Cosa conviene per riscaldare casa?

" Quale impianto di riscaldamento conviene per riscaldare casa? Meglio installare una caldaia a condensazione o una stufa con biocombustibile? Sono realmente validi i climatizzatori con pompa di calore? Questo e molto altro nel nostro approfondimento sul sito! "

Data: 28/2/18 | Vista: 224

Cosa conviene per riscaldare casa?

Cosa conviene per riscaldare casa? Una piccola guida per scegliere al meglio il riscaldamento

Scegliere il giusto impianto di riscaldamento domestico non è sempre facile e immediato. Sono diversi i fattori da prendere in considerazione quando si ha la necessità di rinnovare o di creare il proprio impianto domestico. Primo fra tutti è il comfort: bisogna avere un impianto di riscaldamento che sia in grado di rendere confortevole l’abitazione tutto l’anno. Un altro punto fondamentale è il risparmio energetico.

Continua a leggere per scoprire i consigli dei nostri tecnici e se hai bisogno di assistenza non esitare: contatta il centro di assistenza per caldaie più vicino a te!

Gli impianti ad alta e bassa temperatura

Scegliere bene il riscaldamento invernale è importantissimo perché è proprio durante questa stagione che si tende a consumare più combustibile. Vogliamo stare bene in casa e per farlo dobbiamo necessariamente avere una casa calda e confortevole.

Se stai creando da zero il tuo impianto di riscaldamento o desideri rinnovarlo da questo punto di vista le soluzioni sono principalmente due: creare un impianto ad alta temperatura oppure a bassa temperatura. La convenienza dell’uno rispetto all’altro tipo di impianto dipende moltissimo dal livello di isolamento termico dell’abitazione. Nel caso in cui l’abitazione abbia un ottimo livello di isolamento l’impianto più conveniente è quello a bassa temperatura: è in grado di mettere a disposizione un comfort molto elevato a fronte di consumi più bassi.

Se la casa è piccola e non si hanno grandi esigenze di riscaldamento si ha la possibilità di scegliere una caldaia elettrica come alternativa alla classica caldaia a metano: è in tutto e per tutto uguale a una caldaia a gas cambia solo il tipo di alimentazione.

Se si desidera avere un impianto ad alta temperatura allora c’è un’altra alternativa alla caldaia a gas: i termocamini o le termostufe alimentate a legna, pellet o con alimentazione mista. Anche qui la chiave è la presenza di un buon livello di isolamento domestico: in questo modo il calore creato non viene disperso all’esterno dell’abitazione.

Gli impianti di riscaldamento ad aria: i climatizzatori con pompa di calore

Il vantaggio di avere un impianto di riscaldamento ad aria sta nella possibilità di avere un unico impianto in grado di sopperire sia alle esigenze del riscaldamento invernale, sia a quelle del raffrescamento estivo. Bisogna comunque prendere sempre in considerazione l’installazione di uno scaldabagno (eventualmente anche con pompa di calore se di preferisce ottimizzare i consumi) in modo da poter avere sempre a disposizione l’acqua calda sanitaria.

Gli impianti di riscaldamento ad aria sono più che consigliati nelle città in cui i climi non sono particolarmente rigidi in inverno: possono essere ottimi alleati per eliminare l’umidità in eccesso in casa e avere la giusta temperatura durante tutto l’anno.

Anche in questo caso un buon elemento chiave è l’isolamento termico dell’abitazione: una casa piena di spifferi e con un basso isolamento termico può riuscire a rendere vani tutti gli sforzi legati all’avere un impianto di riscaldamento in grado di assicurare comfort e risparmio energetico.

Hai bisogno di ulteriori consigli? Non esitare: contatta il centro di assistenza per caldaie più vicino a te!

"Cosa conviene per riscaldare casa? "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su