Decreto Legge 179 del 18 dicembre 2012

" Il decreto legge 179 del 18 dicembre 2012 ha derogato l'obbligo per le caldaie a condensazione legato allo scarico sul tetto a favore dello scarico a parete. Scopri i dettagli! "

Data: 15/2/13 | Vista: 4448

Decreto Legge 179 del 18 dicembre 2012

Approvato lo scarico a parete per le caldaie a condensazione!

Il decreto legge n. 179 del 18 ottobre 2012 denominato 'Ulteriori modifiche urgenti per la crescita del Paese' ha determinato una modifica al comma 9 dell'articolo 5 del Dpr n. 412 del 1993 volto a permettere la maggiore diffusione delle caldaie a basso impatto ambientale dotate di scarico a parete. Scopriamo nel dettaglio cosa cambia.

La deroga all'obbligo dello sbocco sul tetto

Il decreto legge 179/12 ha previsto una deroga all'obbligo di scarico sul tetto degli impianti termici presenti negli edifici costituiti da più unità immobiliari. Se prima, quindi, era necessario collegare le canne fumarie e i diversi sistemi legati allo scarico dei prodotti della combustione di camini, caldaie, ecc, allo sbocco unico presente sul tetto e realizzato secondo caratteristiche stabilite per legge, oggi è possibile evitare questo tipo di collegamento se si installano delle caldaie a condensazione.

Cosa succede con l'installazione delle caldaie a condensazione?

Se si sceglie di installare una caldaia a condensazione, cioè una caldaia che per le sue caratteristiche costruttive sia riconosciuta come ad alta efficienza energetica e a bassa emissione di NOx (ossidi di azoto e loro miscele) in base alle normative tecniche Uni En 297, Uni En 483 e Uni En15505, si può evitare il collegamento allo scarico sul tetto preferendo quello a parete e attenendosi comunque all'obbligo previsto dalla normativa Uni 7129 e successive integrazioni.

Il caso specifico: il distacco dal riscaldamento centralizzato e la trasformazione in impianto autonomo

Nel caso specifico del distacco dal riscaldamento centralizzato per la creazione di un impianto autonomo, per esempio, se si sceglie una caldaia a condensazione si può optare per lo scarico a parete. In questo caso l'installazione dello scarico a parete dovrà seguire le normative previste dal regolamento Uni 7129, il quale indica tutte le distanze minime da rispettare in merito al rapporto con finestre, balconi e altri elementi presenti nella facciata dell'edificio. La deroga all'obbligo dello scarico sul tetto vale anche nei casi di passaggio generalizzato dall'impianto centralizzato a quello autonomo o di ristrutturazione degli impianti autonomi già presenti nell'edificio.

Le finalità del decreto legge 179 del 18 dicembre 2012

La principale finalità legata alla deroga prevista dal decreto legge 179 del 18 dicembre 2012, in particolare, sembra essere quella di incentivare la diffusione degli scarichi a parete con la relativa installazione delle caldaie a condensazione. Il vantaggio economico per gli utenti sta soprattutto nel fatto che la configurazione di un nuovo impianto termico con collegamento allo scarico al tetto è generalmente più costosa rispetto allo scarico a parete.


Per provvedere all'acquisto di una caldaia a condensazione contattate uno dei nostri centri di assistenza!


Torna Su