Sostituzione caldaia condominiale, le leggi e gli obblighi da rispettare

" La sostituzione della caldaia condominiale è un momento importante che va eseguito nel rispetto delle leggi e degli obblighi previsti. Ecco tutto quello che c'è da sapere. "

Data: 27/6/19 | Vista: 85

Sostituzione caldaia condominiale, le leggi e gli obblighi da rispettare

Sostituzione caldaia condominiale, è il momento di cambiare il tuo vecchio impianto!

Quando è giunto il momento di cambiare la caldaia, la sua sostituzione deve essere effettuata seguendo tutti gli obblighi previsti dalla legge e dalle normative in materia. 

Prima di entrare nel vivo del nostro discorso di oggi, ti ricordiamo che se cerchi assistenza per la tua caldaia puoi trovare il centro più vicino a te semplicemente consultando la nostra pagina dedicata!

Quando va cambiata la caldaia condominiale

Ogni macchina ha una sua precisa vita, oltre la quale comincia a presentare problemi e a richiedere riparazioni continue ed onerose. A seconda della cura dell'impianto effettuata nel tempo e dalla qualità, una caldaia condominiale può durare dai 10 ai 15/20 anni, dopodiché va necessariamente sostituita. 

Obblighi e leggi per la sostituzione della caldaia condominiale

Tutte le nuove caldaie condominiali devono essere del tipo a condensazione e camera stagna, mentre per controllare i consumi del singolo inquilino dovranno essere installate le valvole termostatiche su di ogni radiatore presente nell'appartamento. 

Fondamentale è anche ricordare che l'installazione ed il montaggio della nuova caldaia condominiale devono essere effettuati da personale esperto e qualificato, in grado di rilasciare la documentazione necessaria che attesti la regolarità dell'impianto. Tale documentazione dovrà poi essere presentata nel caso di controlli da parte degli organi competenti. 

Cerchi il centro assistenza caldaie più vicino a casa tua? Trovalo sulla nostra pagina dedicata!


Torna Su