Climatizzatore evaporativo, facciamo chiarezza

" Noto erroneamente con il nome di climatizzatore evaporativo, il raffrescatore evaporativo permette di avere in casa aria fresca a fronte di consumi molto più bassi. Scoprine le caratteristiche! "

Data: 30/6/16 | Vista: 637

Climatizzatore evaporativo, facciamo chiarezza

Climatizzatore evaporativo: il funzionamento del raffrescatore evaporativo

Il raffrescatore evaporativo, erroneamente chiamato anche climatizzatore evaporativo, è uno strumento che si adatta bene alle necessità di chi è in cerca di un sistema per climatizzare casa in modo funzionale e a bassi costi.

Continua a leggerne per scoprirne le caratteristiche!

Il funzionamento del raffrescatore evaporativo

Il raffrescatore evaporativo ha molte caratteristiche in comune con i climatizzatori portatili ma mette a disposizione anche numerosi vantaggi in più. Come loro, in particolare, è facilmente trasportabile ma non richiede opera murarie per poter funzionare.

Funziona, infatti, con dell'acqua o del ghiaccio a seconda del modello scelto. Queste, in particolare, vengono inserite all'interno di un recipiente posto al suo interno e vengono nebulizzate nell'ambiente attraverso un semplice ventilatore. Piuttosto che climatizzatore evaporativo, quindi, è meglio chiamarlo ventilatore evaporativo.

L'aria che nebulizza nell'ambiente contribuisce a renderlo più fresco a costi estremamente più bassi rispetto a quelli di un climatizzatore fisso o portatile.

Ecco perché non è possibile parlare di climatizzatore evaporativo

Il climatizzatore è un elettrodomestico con caratteristiche ben precise: funziona sempre a elettricità ma il raffrescamento dell'aria viene ottenuto grazie a un gas refrigerante. Il climatizzatore, poi, ha una caratteristica in più: oltre a rinfrescare l'aria può anche riscaldarla grazie alla sua pompa di calore.

Nel raffrescatore evaporativo il raffrescamento dell'aria è dato dall'azione del ventilatore che immette nell'ambiente circostante aria fresca nebulizzata grazie alla presenza di acqua e giaccio al suo interno. Non è previsto l'uso del gas refrigerante né, pertanto, la possibilità di riscaldare gli ambienti.

I vantaggi del raffrescatore evaporativo

Il raffrescatore evaporativo mette a disposizione numerosi vantaggi. È l'ideale, per esempio, per gli ambienti di piccole e medie dimensioni ed ha un costo abbastanza contenuto.

L'assenza del gas refrigerante lo rende ecologico e i bassi consumi che derivano dal suo uso lo rendono attualmente la più valida alternativa al climatizzatore fisso e portatile.

Non richiede, infine, opere murarie per l'installazione ed è facilmente trasportabile da una stanza all'altra.

"Climatizzatore evaporativo, facciamo chiarezza "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su